Portale Auto e Motori

Automania.it
Notizie

Automechanika: CNA e Confartigianato contro l´indennizzo diretto


di

Le associazioni di settore fortemente critiche verso il regolamento che danneggerebbe il mercato dell´autoriparazione

Automechanika: CNA e Confartigianato contro l´indennizzo diretto
Indennizzo diretto a due anni dalla sua entrata in vigore. E' stato questo l'oggetto del convegno svoltosi ieri ad Automechanika, la manifestazione in corso alla Nuova Fiera di Roma, partita l'11 febbraio e che si concluderà oggi. A discutere della delicata questione, il presidente Nazionale della CNA Bruno Tosi, il presidente della Confartigianato Autoriparazione Roberto Ansaldo, e il sottosegretario alle Attività produttive Stefano Saglia. Le associazioni si sono confrontate con le istituzioni sugli effetti della nuova regolamentazione della Rc auto, denominato appunto indennizzo diretto, presentando le ragioni dei carrozzieri che ne chiedono fortemente una modifica a “tutela della nostra professionalità e a tutela del diritto di scelta degli automobilisti”.

L'indennizzo diretto è entrato in vigore il 1 febbraio 2007 e ha di fatto stravolto la concezione del risarcimento e le relazioni tra assicuratori, carrozzieri e automobilisti. Seguendo il testo originale, i soggetti coinvolti in un sinistro non potevano più rivolgersi all'assicurazione della controparte per ottenere il risarcimento dei danni subiti, bensì dovevano pretenderlo dalla propria compagnia assicurativa. Secondo CNA e Confartigianato, la normativa produceva solo effetti negativi. Prima di tutto per gli automobilisti che non potevano in alcun modo rivolgersi al proprio meccanico di fiducia per la riparazione. E poi per i carrozzieri, che dovevano dipendere dalle compagnie di assicurazione per l'adempimento di tutti gli step di una riparazione completa.

A tal proposito, CNA denunciava una sorta di “cartello” da parte delle compagnie di assicurazione, composto da circa 4000 carrozzerie fiduciarie sul totale di 18 mila imprese di autoriparazione. Il risultato, per CNA, è che le compagnie risparmiavano mentre per carrozzieri e automobilisti aumentavano gli svantaggi in termini di perdite economiche e di tutela del danneggiato. Questo fino alla sentenza della Corte Costituzionale, depositata il 19 giugno 2009 e che ha di fatto screditato il risarcimento diretto: “L'azione diretta contro il proprio assicuratore è configurabile come una facoltà, e quindi un'alternativa all'azione tradizionale per far valere la responsabilità dell'autore del danno”. A parere della Corte, dunque, i cittadini sono stati privati della libera scelta. E ne autorizzava il principio di facoltatività.

L'ultima diatriba sulla questione risale al 2 febbraio 2010, quando nella Seduta della Commissione Affari Costituzionali del Senato, è stato dichiarato inammissibile l'emendamento al Decreto Legge “Milleproroghe”, presentato dal Senatore Lucio Malan, diretto a introdurre il meccanismo di obbligatorietà della procedura di azione di risarcimento diretto, attualmente, invece, basata sul principio di facoltatività. I contenuti della proposta di emendamento erano di fatto in contrasto con la sentenza della Corte Costituzionale. Modifica sventata, dunque, anche grazie all'intervento della Confartigianato e di CNA.

La Corte Costituzionale, sostiene Bruno Tosi, «ha assicurato al danneggiato la libertà di scelta dell'officina di fiducia alla quali rivolgersi per la riparazione del mezzo». Si è precluso così alle compagnie di assicurazione di mantenere il controllo delle fasi della riparazione e di gestire il mercato che le riguarda, privandole del sistema di carrozzerie fiduciarie che avrebbero danneggiato i consumatori.

La battaglia sulla questione continua, a livello di Governo, nella persona del Sottosegretario di Stato al Ministero dello Sviluppo Economico Stefano Saglia. Per ora, di concreto, c'è solo la prassi. La procedura diretta esiste, ma grazie alla sentenza della Corte Costituzionale si può aggirare attraverso il meccanismo della facoltà di scelta. Almeno fino ai prossimi passaggi in Parlamento, per i quali è stato garantito l'impegno di apertura di un tavolo di discussione che coinvolga tutte le parti in gioco.
Fotogallery
L’iconica muscle car a stelle e strisce Ford Mustang compie 50 anni e per celebrare l’importante traguardo si propone in una interessante versione limited, presentata in veste ufficiale durante il Salone di New York.
A bordo spiccano il volante rivestito in pelle e i sedili bicolore, oltre al logo 50 Year che ritroviamo sugli schienali..
Progettata per offrire alla clientela prestazioni eccezionali, la vettura sfoggia un aspetto unico che la rende immediatamente riconoscibile.
 La versione speciale è stata realizzata sulla base della nuovissima Ford Mustang GT Fastback 2015 e sarà disponibile nelle tinte Bianco Wimbledon e Blu Kona.
La Ford Mustang del cinquantenario propone nel suo equipaggiamento tutte le dotazioni prima disponibili solo come optional.
Equipaggiata con il motore V8 da 5,0 litri potenziato, in grado di erogare più di 420 CV e 390 Nm di coppia, la vettura offre i freni a sei pistoncini Brembo anteriori e cerchi in lega da 19 pollici e pneumatici Pirelli P- Zero ad alto rendimento.
In abbinamento al cambio automatico a sei marce, la Mustang Gt 50 Limited Edition offre un differenziale posteriore a slittamento limitato, mentre i clienti che sceglieranno il cambio manuale a sei marce potranno avvalersi del differenziale Torsen.
I 1.964 esemplari di questa versione saranno disponibili sul mercato a partire dal prossimo autunno.

News Correlate
Fiera di Roma: 21000 visitatori in quattro giorni, un successo globale » Fiera di Roma: 21000 visitatori in quattro giorni, un successo globale
L’indotto dell’industria automobilistica ha risposto con entusiasmo alla 2^ edizione conclusa oggi. Messe Frankfurt: «Il mondo diventerà blu come la Nostra Fiera»
News Auto motori
Automechanika e la Normativa europea sulla concorrenza » Automechanika e la Normativa europea sulla concorrenza
Rinnovo della BER il prossimo 1 giugno 2010. Segnali di continuità insieme a modifiche sulle regole per i costruttori
News Auto motori
Automechanika e Motecheco a poche ore dall´inaugurazione » Automechanika e Motecheco a poche ore dall´inaugurazione
La Direttrice del Marketing di Automechanika, Francesca Selva: “Il post-vendita si adegua alle nuove auto a basse emissioni”
News Auto motori

   [ Altre news correlate » ]

Newsletter

Iscriviti alla Mailing List di Automania®

 [ Info Newsletter » ]

3Wcom Web Agency