Portale Auto e Motori

Automania.it
Notizie

Si accorciano i tempi per il tagliando RC auto


di

In futuro il controllo della copertura assicurativa, avverrà per via telematica

Si accorciano i tempi per il tagliando RC auto
Quante volte guidando l’auto siamo stati improvvisamente assaliti da un dubbio? Ho messo o non il tagliando RC auto sul parabrezza? Ebbene sembra che l’incubo sia finito. Infatti dal prossimo 18 ottobre non sarà più obbligatorio esporre il tagliando sull’automobile. A partire dalla data suindicata sarà la targa a dimostrare il pagamento da parte del conducente della polizza assicurativa.

Pertanto tutti gli automobilisti almeno per altri quattro giorni sono invitati a mantenere il tagliando di assicurazione in bella vista sul vetro della propria vettura. Infatti per chi dovesse decidere di anticipare i tempi c’è il rischio di beccarsi una multa di € 35,00 oltre al’obbligo di presentarsi al Comando di Polizia Municipale o dei Carabinieri che hanno effettuato la contestazione entro 30 giorni se non si vuole incorrere in sanzioni più salate.

Se malauguratamente vi trovaste sprovvisti di tagliando sappiate che incorrete nella sanzione prevista dall'art.180 del codice della strada, (il conducente non è in grado di esibire il certificato di assicurazione), e quella prevista dall'art.181 del codice della strada che impone l'esposizione del contrassegno di assicurazione.

Il tutto è partito dalla volontà di rendere più controllabile il parco circolante nel nostro Paese. Il motivo? Come abbiamo già evidenziato in un reportage di Automania a Catania, le ragioni che hanno spinto verso questa direzione sono le numerosi frodi a danno non solo dello Stato ma anche degli stessi cittadini soprattutto quando si verificano sinistri stradali. Per combattere questo annoso fenomeno, la nuova normativa prevede il rilascio da parte delle compagnie di assicurazione di un tagliando elettronico.

Ma in attesa del nuovo tagliando elettronico, le assicurazioni continueranno a consegnare ai conducenti il vecchio tagliando di colore giallo che comunque non dovrà essere più esposto come in passato. Da parte loro, le compagnie di assicurazione dovranno consegnare una copia del contratto di assicurazione con il relativo pagamento e qualora l’assicurato sia coinvolto in un incidente, quest’ultimo avrà l’obbligo di fornire tutti i dettagli della propria polizza RC auto all’altra parte.

La domanda che ci poniamo però è se questa operazione porti qualche beneficio. Infatti secondo il vecchio sistema, in caso di controllo un contrassegno fasullo risultava subito grazie sia al mancato riscontro della compagnia di assicurazione che all’indagine in Ania dove la targa non risultava assicurata e quindi in questi casi scattava immediatamente l'iter per la contraffazione. Con il nuovo controllo sulla targa (targa System), in realtà il procedimento non cambierebbe. Infatti, se ci pensiamo bene, è alquanto difficile che i vigili si mettano a controllare a tappeto tutte le auto circolanti sulle strade urbane.

Riteniamo quindi, che la reale differenza starà proprio nei sistemi automatizzati, (RC Velox, Tutor ecc) che teoricamente dovrebbero verificare la copertura assicurativa e gli altri “parametri” burocratici della vettura e avvisare la pattuglia di Polizia Stradale ferma più avanti dal punto di controllo. Tuttavia, sino a quando questi apparecchi non inizieranno a funzionare in modo totalmente autonomo in tutto l'arco delle 24 ore, bisognerà affidarsi al controllo causale della Polizia e sperare che i furbi non la facciano franca.

News Correlate
Stop al contrassegno assicurativo » Stop al contrassegno assicurativo
Dal prossimo 18 ottobre via il tagliando dal parabrezza. La rivoluzione digitale quale impatto avrà sui consumatori, le compagnie e le agenzie? Il tema affrontato in un convegno a Catania
News Auto motori
Auto, 4 milioni senza assicurazione » Auto, 4 milioni senza assicurazione
Ma lo Stato corre ai ripari: dal prossimo 18 ottobre partirà la dematerializzazione del contrassegno con l’obiettivo di ridurre le frodi
News Auto motori
Circolare senza assicurazione: si rischia davvero? » Circolare senza assicurazione: si rischia davvero?
Il decreto Destinazione Italia che vuole colpire i furbetti
News Auto motori
Stop alle auto senza assicurazione » Stop alle auto senza assicurazione
Un nuovo provvedimento inserito nel Decreto Destinazione Italia aiuterà ad individuare i veicoli in circolazione senza assicurazione
News Auto motori

   [ Altre news correlate » ]

Newsletter

Iscriviti alla Mailing List di Automania®

 [ Info Newsletter » ]

3Wcom Web Agency