Portale Auto e Motori

Automania.it
Notizie

Pochi controlli antidroga per chi guida


di

Controlli a tappeto contro chi abusa di alcolici ma quasi nessuno per chi fa utilizzo di droghe

Pochi controlli antidroga per chi guida
[ Forlì, Emilia Romagna, Italia ] - Controlli a tappeto contro chi abusa di alcolici ma quasi nessuno per chi fa utilizzo di droghe. L’incidente di alcuni giorni fa avvenuto nel quale il guidatore drogato ha provocato due giovani vittime ha riaperto la questione sull’argomento.
L’Asaps, l’Associazione Sostenitori Amici della Polizia Stradale, ha posto l’accento sulla questione precisando che «non esiste la possibilità pratica di accertare su strada lo stato di ebbrezza da stupefacenti e questo per una serie di motivi più filosofici che reali: l’operatore non può procedere alla contestazione dell’ebbrezzadeve comunque seguire un prelievo di campioni di liquidi biologici».

Infatti, per quanto riguarda la guida sotto l’effetto degli alcolici la martellante campagna riguardo l’uso dell’etilometro ha prodotto un effetto importante mentre il medesimo effetto non esiste riguardo al narcotest. Specifica l’Asaps che «al terrore dell’etilometro non fa la giusta eco un terrore del narcotest».
I controlli con l’etilometro effettuati da Polizia e Carabinieri sono stati finora circa 1.700.000 ed i risultati positivi sono stato solo 33.568 positivi (più quelli delle Polizie Locali).
Per i controlli sugli stupefacenti non esiste invece alcun drogometro, precisa l’Asaps che dia risposte immediatamente probanti e capace di eliminare dalla strada il conducente positivo al test. I controlli, infatti, sono pochissimi: nel 2012 solo 2.962 conducenti risultati positivi all’uso di droga e 303 automobili sequestrate (anche qui bisogna aggiungere i dati delle Polizie Locali).

che riesca a ben mascherare la propria dipendenza da sostanze psicoattive può facilmente eludere ogni controllo, e dall’altra l’operatore di polizia stradale che decidesse di concentrare il proprio lavoro sul narco-controllo dovrebbe necessariamente ricorrere al Sistema Nazionale Sanitario, sottraendo per ore l’unità della quale fa parte alla propria opera di vigilanza, col rischio di scontentare il proprio comando e di non combinare sostanzialmente nulla, qualora l’esito del controllo sia negativo.
Per di più, i comandi di Polizia che ogni giorno si devono confrontare con la persistente carenza di organico non possono consentirsi di distaccare una pattuglia presso un presidio sanitario.

L’Asaps ha proposto al Dipartimento delle Politiche Antidroga che «una volta accertata l’assunzione di sostanze stupefacenti da parte dei conducenti con appositi e validati narco test, qualora non sia oggettivamente possibile procedere alla contestazione ex art. 187 CdS, il personale accertante dovrebbe procedere alla contestazione ex art. 75 Dpr 309/90 (Testo unico delle leggi in materia di disciplina degli stupefacenti e sostanze Psicotrope), con le dovute armonizzazioni, o modificando l’articolo 187 CdS».Il passo successivo dovrebbe essere quello di procedere alla revisione dei requisiti psicofisici per il mantenimento della patente di guida, costringendo il conducente del quale è stata accertata la positività a dover dimostrare di non essere un abituale assuntore.
Nel novembre 2012 l’Asaps e le associazioni Lorenzo Guarnieri e Gabriele Borgognoni hanno raccolto e consegnato in Parlamento 50.000 firme (ora arrivate a 72.000) relative alla proposte di legge sull’Omicidio stradale e per l’ergastolo della patente ma nessuna notizia è mai arrivata in merito.

News Correlate
Mantenere la distanza di sicurezza in certi casi salva la vita » Mantenere la distanza di sicurezza in certi casi salva la vita
L’inosservanza della corretta distanza tra veicoli è oggi la prima causa di incidenti stradali. Ecco alcune dritte
News Auto motori
Fine anno: allarme alcol alla guida » Fine anno: allarme alcol alla guida
ANIA lancia un monito: nel periodo delle festività, rispetto al 2012, sale il numero di automobilisti positivi alcol test
News Auto motori
La Iso 39001 per aumentare la sicurezza stradale » La Iso 39001 per aumentare la sicurezza stradale
Una norma voluta dalle Nazioni Unite per diminuire gli incidenti stradali in tutto il mondo entro il 2020 che riguarda tutti gli operatori del settore
News Auto motori
Velocità, operazione sicurezza in tutta Europa » Velocità, operazione sicurezza in tutta Europa
Il Network Europeo delle Polizie Stradali Tispol ha programmato nel periodo dal 19 al 25 agosto 2013 una campagna europea congiunta chiamata Speed
News Auto motori

   [ Altre news correlate » ]

Newsletter

Iscriviti alla Mailing List di Automania®

 [ Info Newsletter » ]

3Wcom Web Agency