Portale Auto e Motori

Automania.it
Notizie

Non ci vedo: quali i miei diritti in auto?


di

La normativa spiega come usufruire al meglio delle agevolazioni fiscali quando si acquista un auto

Non ci vedo: quali i miei diritti in auto?
Chi è affetto da cecità totale o parziale (assoluta, decimista o ventesimi sta) o è ipovedente grave (che ha un residuo visivo non superiore a 1/10 in entrambi gli occhi o nell'occhio migliore, anche con eventuale correzione, e colui che ha un residuo perimetrico binoculare inferiore al 30 per cento), oltre a beneficiare dell’esenzione dal pagamento del bollo auto, dell’Iva al 4% in caso di acquisto di una nuova automobile, ha diritto alla detrazione IRPEF del 19%. Ma possono accedere ai benefici solo in caso di acquisto di autovetture, autoveicoli per trasporto promiscuo o per trasporti specifici ad esclusione dei motoveicoli. E' importante dire che le agevolazioni spettano direttamente alle persone con disabilità o ai loro familiari che li abbiano fiscalmente a carico. Il cieco è considerato “fiscalmente a carico” quando non percepisce un reddito annuo superiore ad € 2840,51.

Quali i documenti per beneficiare dell’agevolazione Iva?
Se il cieco o ipovedente importa un veicolo deve produrre a chi vende il veicolo o all'ufficio doganale:
  • certificazione attestante la cecità, parziale o assoluta, rilasciata da Commissioni pubbliche;
  • dichiarazione sostitutiva di atto notorio (cd. autocertificazione) che attesta che negli ultimi quattro anni non si è beneficiato dall'IVA agevolata;
  • copia della denuncia dei redditi o autocertificazione che il disabile è fiscalmente a carico, nel caso in cui sia il familiare ad acquistare il mezzo.

Cosa succede invece, ai fini IRPEF?
Per aver diritto alla detrazione IRPEF bisogna disporre dei seguenti documenti:
  • certificazione che attesta la cecità, parziale o assoluta, da Commissioni pubbliche deputate a tali accertamenti;
  • fattura del veicolo rilasciata dal venditore.

E per ottenere l'esenzione dal bollo auto?
Se si vuole ottenere l’esenzione dal pagamento della Tassa automobilistica è necessario presentare la richiesta alla Direzione Regionale delle Entrate competente per Provincia, allegando la seguente documentazione:
  • certificazione che attesta la cecità, parziale o assoluta rilasciata da Commissioni pubbliche;
  • copia della denuncia dei redditi o autocertificazione che il disabile è fiscalmente a carico, nel caso in cui sia il familiare ad acquistare il mezzo (es. fotocopia prima pagina ultimo Modello 730 o Unico).
La Circolare n. 72 del Ministero delle Finanze del 30 luglio 2001 ha stabilito che le suindicate agevolazioni fiscali non spettano invece a gli ipovedenti medio gravi e lievi.

Quali veicoli ammessi all’agevolazione?
Possono fruire delle agevolazioni tutte le autovetture, autoveicoli per trasporto promiscuo, autoveicoli per trasporti specifici purchè di cilindrata non superiore ai 2000 centimetri cubici se con motore a benzina, 2800 centimetri cubici se il motore è diesel. E se invece si opta per l’acquisto di un Caravn? Fate attenzione! La detrazione spetta sempre in misura del 19% ma nel limite dei 18075,99 euro e soprattutto viene applicata l'IVA al 22% e non al 4% oltre a dover pagare il bollo auto. Pertanto il consiglio è di scegliere il mezzo ritenuto più idoneo ai propri spostamenti.

News Correlate
Trasporto pubblico per disabili: inferno o purgatorio? »

Automania Answares
Trasporto pubblico per disabili: inferno o purgatorio?
A causa delle considerevoli differenze tra i modelli di Welfare regionali, i diritti delle persone disabili stanno diventando sempre più un problema locale
News Auto motori
Aperte le frontiere per i disabili con l´Euro contrassegno » Aperte le frontiere per i disabili con l´Euro contrassegno
Dal 15 settembre 2015 diventa obbligatorio esporlo nella propria auto
News Auto motori
Agevolazioni auto disabili: linee guida » Agevolazioni auto disabili: linee guida
Se si vende l´auto prima di due anni dall´acquisto si deve pagare la differenza d´imposta
News Auto motori
A Catania il primo Centro di Mobilità Fiat Autonomy della Sicilia » A Catania il primo Centro di Mobilità Fiat Autonomy della Sicilia
La struttura accompagnerà persone con disabilità al conseguimento dell’idoneità fisica per ottenere più agevolmente la patente speciale di guida
News Auto motori

   [ Altre news correlate » ]

Newsletter

Iscriviti alla Mailing List di Automania®

 [ Info Newsletter » ]


3Wcom Web Agency