Portale Auto e Motori

Automania.it
Notizie

Revisione auto? Addio ai vecchi timbri


di

Dal 14 luglio, la procedura di revisione sarà online

Revisione auto? Addio ai vecchi timbri
Il Ministero dei Trasporti con una propria circolare lo ha confermato: a partire dal 14 luglio 2014 il vecchio sistema del timbro sul libretto di circolazione sarà sostituito da una procedura online. Lo scopo? Quello di evitare le numerose revisioni irregolari effettuate da operatori poco corretti che pur di non pagare alcunché allo Stato apponevano falsi timbri sulle autovetture non dandone comunicazione alla Motorizzazione.

Ne guadagnerà quindi non solo il cliente che avrà certezza sulla regolarità della procedura grazie al diretto controllo della Motorizzazione Civile ma anche tutti i cittadini poiché i mezzi in circolazione saranno comunque più sicuri.

Le nuove revisioni auto dovranno quindi essere prenotate online così anche tutti gli aggiornamenti del libretto e ad ogni prenotazione dovrà corrispondere il pagamento della tariffa stabilita. Alla data di prenotazione l’automobilista dovrà recarsi presso l’officina autorizzata per far revisionare il proprio veicolo. Una volta concluse le verifiche tecniche l’operatore dovrà entro al massimo un’ora comunicarle alla Motorizzazione. A questo punto l’operatore incaricato invece di apporre il timbro sul libretto di circolazione del veicolo dovrà consegnare all’automobilista un tagliando di aggiornamento. Per far fronte alla nuova procedura, tutti i centri di revisione, sono tenuti ad aggiornare i software di prenotazione online in modo da impedire a potenziali truffatori di inserire vetture fantasma con software in grado di simulare la presenza del veicolo in officina.

E’ da sottolineare che una corretta revisione auto in quanto finalizzata ad accertare che la vettura rispetti tutte le condizioni di sicurezza per la circolazione, è molto importante per salvaguardare la propria e l’altrui incolumità. Infatti, durante la revisione l’operatore incaricato deve controllare il dispositivo di frenata, l’impianto elettrico, lo sterzo, il sistema di illuminazione, le sospensioni, le ruote e tutti gli altri equipaggiamenti. Inoltre non bisogna dimenticare che il controllo dei gas di scarico delle auto e moto, ove previsto, è effettuato esclusivamente al momento della revisione obbligatoria periodica del mezzo.
Segui Maura De Sanctis su Google+

News Correlate
Devi fare revisionare l’auto?: ecco cosa dice la legge » Devi fare revisionare l’auto?: ecco cosa dice la legge
Poco più di 13.521.000 italiani nel 2016 hanno fatto revisionare l´auto. Quali le prospettive per il 2017?
News Auto motori
Autopromotec 2015, una edizione da record » Autopromotec 2015, una edizione da record
Autopromotec è la più specializzata rassegna internazionale di attrezzature e di aftermarket automobilistico, e questa è l’edizione dei record
News Auto motori
Autopromotec, la ripresa economica riparte con l’assistenza alle auto » Autopromotec, la ripresa economica riparte con l’assistenza alle auto
Nel 2014 la rete di assistenza agli autoveicoli in Italia ingloba ben 116.948 aziende, con un tasso di crescita pari allo 0,6%
News Auto motori
Quanto spendono gli Italiani per la manutenzione della propria auto? » Quanto spendono gli Italiani per la manutenzione della propria auto?
Per l´Osservatorio Autopromotec, i costi per le riparazioni superano quelli per l’acquisto di auto nuove
News Auto motori

   [ Altre news correlate » ]

Newsletter

Iscriviti alla Mailing List di Automania®

 [ Info Newsletter » ]

3Wcom Web Agency