Auto Motori  Home    Formula 1    Maserati Showroom    Salone di Francoforte     Assicurazioni    |  FOTO  |  VIDEO   | Newsletter | 
  News Auto e Motori
Notizie

Arrivano le auto elettriche e a metano


28/08/2012

di Giovanni Iozzia

Le prime stanno avendo una spinta importantissima in Cina, le seconde cominciano ad affermarsi anche in Italia

Arrivano le auto elettriche e a metano
La Cina diventerà presto il più importante mercato mondiale di auto elettriche. Ne sono assolutamente certi gli esperti della Boston-Power, azienda americana che ha da poco firmato un contratto per la fornitura di materiale specifico con una grande azienda cinese.
Si tratta della Beijing Electric Vehicle Company, una divisione della Beijing Automotive Industry Company, che riceverà sistemi di batterie al litio da installare sulle auto elettriche la cui produzione comincerà nel 2014.

«La ragione fondamentale per cui abbiamo raggiunto questo accordo con una compagnia cinese e non europea o americana - ha spiegato la Boston-Power attraverso comunicato un comunicato stampa - è che la Cina ha l'obiettivo di introdurre innovazioni sull'energia sostenibile in tutti i campi della società, inclusi i trasporti. Il paese è già il primo produttore al mondo di automobili, e vuole diventarlo anche nel settore delle auto elettriche».

La Shanghai Automotive Industry Corporation, inoltre, ha comunicato che è pronto un investimento di 6 miliardi di yuan (circa 750 milioni di euro) per sviluppare nuove vetture elettriche da qui al 2017.

L’iniziativa è condivisa e sostenuta anche dal governo cinese che ormai da tempo si è posto l’obiettivo di ncrementare il mercato delle auto elettriche sia concedendo incentivi alle aziende e ai privati sia eliminando tutti le restrizioni di circolazione per questo tipo di vetture.
Il governo ha già previsto l’assegnazione, attraverso il ministero delle Finanze, di almeno 2 milioni di yuan proprio per incentivare lo sviluppo sia delle auto sia di autobus ibridi di grandi e media dimensioni.

Una politica di incentivi che è condivisa anche dalle amministrazione periferiche. Il comune di Shangai, ad esempio, per incentivare l’uso delle automobili elettriche ha pensato di offrire gratuitamente la targa che normalmente ha un costo di 60.000 yuan che sono più di 7.500 euro e che vengono assegnate nel corso di un’asta pubblica.

In Italia invece, si sta puntando molto sulle auto a metano che il cui mercato sta crescendo in maniera molto significativa. Le case costruttrici le considerano infatti un’ottima alternativa all’alto del carburante oltre al limitatissimo impatto ambientale.
Anche i distributori di metano, che fino a poco tempo fa rappresentavano la nota dolente del settore, stanno aumentando.
Se ci saranno anche i giusti incentivi, questo comparto dell’automotive potrebbe dare un contributo a fare uscire l’intero settore dalla crisi profonda in cui si trova.

News Correlate
Gac Witstar: auto con acquario » Gac Witstar: auto con acquario
Grande curiosità per il crossover elettrico cinese presentato al North American International Auto Show di Detroit 2015
La Fiat ritorna in Cina: siglata l’alleanza tra Marchionne e il Gruppo GAC » La Fiat ritorna in Cina: siglata l’alleanza tra Marchionne e il Gruppo GAC
Dal 2011 saranno prodotte Linea, Bravo e Grande Punto
Cina e Italia: vittoria al primo round » Cina e Italia: vittoria al primo round
Scontro epocale tra la casa automobilistica cinese e la Fiat per quanto riguarda la nuova Great Wall Peri

   [ Altre news correlate » ]

Newsletter
Iscriviti alla Mailing List di Automania®

[ Info Newsletter » ]

3Wcom Web Agency