Portale Auto e Motori

Automania.it
Notizie

Vuoi pagare meno l´assicurazione? Noleggia un auto straniera


di

L´operazione risulta più conveniente ma attenzione alle multe

Vuoi pagare meno l´assicurazione? Noleggia un auto straniera
Ti sei mai chiesto perché in Italia negli ultimi anni è aumentata la percentuale delle targhe estere nel parco circolante? Ebbene, sembra che sempre più italiani abbiano optato per il noleggio auto anziché l’acquisto. La scelta, più che dovuta a un impoverimento delle tasche degli italiani, è dettata dalla volontà di pagare premi assicurativi meno elevati e eludere le tasse, in primo luogo quella di proprietà (bollo auto). Inoltre poiché la targa straniera non risulta registrata negli elenchi del P.r.a. o della Motorizzazione Civile, si evitano gli accertamenti fiscali legati al redditometro nonchè di pagare gli addizionali sull’imposta di possesso e gli alti premi assicurativi italiani per le auto di grossa cilindrata. Il sistema funziona in questo modo: presso un’agenzia di broker leasing italiana si sceglie l’auto da noleggiare e si paga l’acconto. L’agenzia italiana a sua volta immatricola l’auto in uno stato straniero a nome di una società anch’essa straniera pagandone il premio d’assicurazione che risulterà molto meno elevato di quello italiano.

Per alcuni, la scelta della targa straniera, ha rappresentato la via più comoda per non pagare le multe. La ragione stava nell’elevato costo di riscossione per lo Stato Italiano che non avrebbe avuto alcuna convenienza a procedere all’iter amministrativo per la riscossione della sanzione presso lo stato estero. Le cose però sono cambiate in quanto il Parlamento Europeo ha emanato nuove norme che difatti consentono alla polizia locale di sanzionare l’automobilista che infrange il codice della strada ancorchè alla guida di una vettura straniera.

Infine c’è da aggiungere che tali veicoli non essendo soggetti alle norme italiane sulla circolazione dei mezzi a motore, non sono soggetti neanche alla revisione biennale né al bollino blu (certificazione di controllo dei fumi di scarico). Vi sono poi alcuni paesi come la Bulgaria, Romania e Slovenia, dove praticamente si risulta quasi invisibili, in quanto per la polizia locale è difficile risalire al proprietario del mezzo. Se dal punto di vista fiscale quindi conviene avere la targa estera, non lo è in caso di sinistro in quanto l’automobilista che resta coinvolto in un incidente non può utilizzare la constatazione amichevole né attivare i canali assicurativi tradizionali ma deve necessariamente rivolgersi all’U.C.I. (l’Ufficio nazionale di assicurazione per l’Italia per i veicoli a motore in circolazione internazionale), con modalità che richiedono tempi molto più lunghi.

News Correlate
Auto Aziendali protagoniste a Milano » Auto Aziendali protagoniste a Milano
Fleet Manager Academy che si terrà il prossimo 15 marzo ha l´obiettivo di rispondere alle esigenze del settore
News Auto motori
Noleggio auto a lungo termine: quali i costi e i benefici? » Noleggio auto a lungo termine: quali i costi e i benefici?
Una valida alternativa soprattutto per le aziende, un pò meno per i privati
News Auto motori
Noleggio a lungo termine, calano le immatricolazioni » Noleggio a lungo termine, calano le immatricolazioni
Uno studio elaborato del Centro Studi Fleet&Mobility sui dati Unrae indica una flessione del 10% ma il Gruppo Fiat cresce di oltre 3 punti
News Auto motori
Crisi economica: noleggio veicoli in calo del 20,5% » Crisi economica: noleggio veicoli in calo del 20,5%
L´Aniasa denuncia l´andamento negativo del settore, 18 mila immatricolazioni in meno rispetto allo stesso periodo del 2011
News Auto motori

   [ Altre news correlate » ]

Newsletter

Iscriviti alla Mailing List di Automania®

 [ Info Newsletter » ]

3Wcom Web Agency