Portale Auto e Motori

Automania.it
Notizie

Codice della strada: novità in arrivo


di

Seguendo un direttiva europea, sarà possibile circolare in due su un ciclomotore senza incorrere in sanzioni

Codice della strada: novità in arrivo
Arrivano interessanti novità per il nostro Codice della Strada, che ha modificato alcune normative allineandosi di fatto ad una richiesta dell’Unione Europea.

Veniamo in dettaglio alle novità previste. Sarà possibile per gli adolescenti di età compresa tra 16 e 17 anni circolare in due sui ciclomotori fino a 50 cc e su moto fino a 125 cc di cilindrata, senza incorrere nel rischio di una sanzione. La norma è contenuta all’interno della legge 115 del 29 luglio 2015 nota con la denominazione “Disposizioni per l'adempimento degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione europea” (pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale il 3 agosto).

Il divieto di circolazione resterà invece in vigore per i 14-15enni e in caso di ciclomotori non idonei al trasporto di due persone. In tutti i casi, il mezzo deve essere omologato al trasporto di un'altra persona oltre al conducente.

le modifiche riguardano anche le patenti speciali per le disabilità: con la patente B per disabili sarà possibile trainare rimorchi senza limiti di peso (superando il limite attuale dei 750 kg. Tuttavia il peso totale di auto e rimorchio non potrà superare i 3500 kg. Per chi ha necessità di trainare pesi maggiori resta l'obbligo di conseguire il corrispondente titolo abilitativo.

Arriva anche l’abolizione per il richiamo della residenza necessaria ai fini del rilascio di una patente di guida. La nuova formulazione del comma 1 prevede che per residenza s'intenda la “residenza normale in Italia di cittadini di Stati membri dell'Ue o dello Spazio economico europeo”, cioè il luogo, sul territorio nazionale, in cui una persona dimora abitualmente cioè per almeno 185 giorni all'anno, per interessi personali e professionali.

Novità anche in materia di esami di guida, che prevede per gli esaminatori l’abrogazione del requisito richiesto dal decreto legislativo n. 59 del 2011, di essere titolari di patente di categoria B da almeno tre anni per il rilascio delle patenti di categoria AM, A1, A2, A, B1 e B. la normativa europea prevede “la titolarità da parte degli esaminatori, da almeno tre anni, di una patente della stessa categoria per la quale essi intendono esercitare la professione di esaminatore”.

Infine, i gradi del campo visivo verticale minimo necessario per conseguire la patente passano da 25 a 30, come previsto dalla direttiva 2006/126/CE. La nuova versione del codice della strada indica che “Il campo visivo orizzontale binoculare posseduto deve essere di almeno 160°, con estensione di 80° verso sinistra e verso destra, e di 30° verso l’alto e 30° il basso. Non devono essere presenti binocularmente difetti in un raggio di 30° rispetto all’asse centrale”.

News Correlate
Codice della Strada, pronta la riforma » Codice della Strada, pronta la riforma
Le nuove norme potrebbero entrare in vigore tra poche settimane. Tra le novità più importanti la riduzione del 20% dell’importo delle multe
News Auto motori
Arriva il nuovo targhino per ciclomotori e microcar » Arriva il nuovo targhino per ciclomotori e microcar
Dal 13 febbraio entra in vigore la nuova norma del Codice della Strada
News Auto motori
Codice della strada: Codacons e Antitrust criticano le nuove norme » Codice della strada: Codacons e Antitrust criticano le nuove norme
Nel mirino le regole sulle autoscuole, le deroghe per la notte di Ferragosto e i limiti di velocità
News Auto motori
Le importanti novità al codice della strada » Le importanti novità al codice della strada
Le innovazioni apportate al codice della strada fanno già discutere per tolleranza zero contro i neopatentati
News Auto motori

   [ Altre news correlate » ]

Newsletter

Iscriviti alla Mailing List di Automania®

 [ Info Newsletter » ]

3Wcom Web Agency