Auto Motori  Home    Formula 1     Motor Valley     Eicma 2021     Museo Ferrari     Assicurazioni    |  FOTO  |  VIDEO   | Newsletter | 
  News Auto e Motori
Notizie

La BMW 328 Kamm-Coupé riprende vita


24/04/2010

Automania Portale

Le carrozzerie da corsa che hanno scritto un capitolo di storia alla Mille Miglia del 1940

La BMW 328 Kamm-Coupé riprende vita Ricostruzione di una storica vettura da corsa che ha vinto la Mille Miglia negli anni 40, stiamo parlando della BMW 328 Kamm-Coupé, pesentata in anteprima al Concorso d'Eleganza Villa d'Este giunto ormai alla sua 81^ edizione.

A metà degli anni Novanta, quando BMW costituì la “BMW Mobile Tradition” e iniziò a documentare sistematicamente la propria storia, non sussistevano dubbi sul valore di questa vettura unica. I piani per ricostruire la BMW Kamm-Coupé vennero avviati molto presto. Ma la ricostruzione risultava molto difficile perché mancava la documentazione sulla produzione e anche le fotografie storiche non erano molte. Grazie all’aiuto di un collezionista privato di Monaco si riuscì a raccogliere un numero notevole di fotografie che illustravano la vettura in diverse prospettive e a recuperare anche un numero sufficiente d’immagini della costruzione a telaio tubolare.

Era giunto il momento di affrontare il compito più difficile, quello di elaborare un disegno della vettura in base alle informazioni disponibili. Alcuni specialisti d’informatica del reparto di design accettarono la sfida. In una prima fase venne fatto uno scan delle fotografie più dettagliate per utilizzarle come base di lavoro con un programma di geometria tridimensionale. Poi vennero introdotte le uniche costanti accertate, come il diametro dei cerchi delle ruote, la convessità delle ruote, le dimensioni dei proiettori, lemaniglie delle porte, le viti a farfalla, gli indicatori di direzione e i blasoni BMW, così che dovevano risultare nella stessa posizione in ogni prospettiva. L’immagine nuova forniva i punti di riferimento per gli archi delle ruote, i cristalli laterali e altri componenti, sempre in riferimento alle costanti. Progressivamente, aumentava il numero di informazioni, fino a ottenere un modello virtuale dei volumi in cui ogni dettaglio combaciava in ogni prospettiva della vettura. Questo modello venne utilizzato come base per un programma di fresatura per la realizzazione con una fresa a cinque assi di un modello in scala originale, ottenuto da un blocco gigante di espanso compresso.

BMW_Kamm_CoupéUn restauratore ottenne l’incarico di allungare uno chassis originale di 20 cm e di costruire un telaio a traliccio in acciaio in base alle fotografie. Ma poco tempo dopo l’avvio, il progetto venne accantonato. Durante l’elaborazione del progetto per il nuovo Museo BMW era nata l’idea di ricostruire il filigranato telaio a traliccio in electron della Kamm-Coupé come oggetto da esposizione per il settore “Costruzione leggera”. Come materiale di sostituzione dell’electron venne scelto l’alluminio che si avvicinava molto alpeso dell’originale. Anche se il telaio costruito per l’esposizione non era stato concepito per completare una vettura, l’idea della ricostruzione non venne mai dimenticata. Il piano ripartì grazie a un progetto della Meisterschule per la costruzione di scocche e di automobili di Lipsia-Leisnig-Erlbach, avviato in collaborazione con lo stabilimento BMW di Lipsia.

L’idea iniziale era di coprire il telaio a traliccio in acciaio con delle lamiere di alluminio per ripristinare almeno l’immagine esterna della vettura. Nella Meisterschule si fecero dei calchi del modello in espanso per formare le lamiere della pelle esterna. Il modello finito della scocca è esposto adesso nello stabilimento BMW di Lipsia.

Nel frattempo, BMW Classic aveva deciso di completare il piano di ricostruzione in occasione del 70° anniversario della vittoria alla Mille Miglia. Ma furono necessari degli specialisti con una lunga esperienza per comporre una vettura completa dai pochi pezzi esistenti. Grazie ai risultati positivi del restauro della BMW 328 Touring Coupé e della Mille Miglia Roadster per il nuovo Museo BMW, la scelta cadde sul restauratore René Große di Wusterwitz/Brandenburgo.

Große utilizzò il modello in espanso come base per un calco in fibra di vetro termoplastica che venne dotato di un’ossatura in legno per formare un corpo vettura stabile, separabile al centro. Nei semigusci vennero introdotti i tubi per il telaio a traliccio dal diametro di 25 mm, realizzati in una lega di alluminio temprata a freddo. Questo lavoro è stato eseguito con la massima precisione, perché successivamente non era possibile eseguire dellecorrezioni sulla pelle esterna. La pesa dimostrò che ci si era avvicinati molto al peso originale di 30 chilogrammi. Per la pelle esterna vennero utilizzati dei componenti di un secondo kit di lamiere in alluminio puro, costruite dalla Meisterschule. Inoltre, dovevano essere costruite ex novo tutte le lamiere degli interni, come i parafanghi interni, la paratia, il doppio pianale della scocca, la plancia e il serbatoio che andavano integrati nella forma.

L’adattamento al telaio a traliccio richiese tutte le capacità e l’esperienza dei carrozzieri del team di René Große. Un dettaglio costruttivo interessante erano le strisce di alluminio dalla larghezza di 40 mm, saldate sul telaio tubolare lungo i bordi esterni della pelle in lamiera. Intorno ai bordi, la pelle esterna è stata avvolta fino ad alcuni millimetri verso l’interno, per valorizzare anche esteticamente la struttura filigranata dei bordi del cofanomotore, dei cristalli laterali, delle porte e dei passaruota. All’epoca, BMW aveva brevettato questo dettaglio, come anche la costruzione della cerniera del cofano e delle cerniere delle porte, così che erano disponibili dei disegni che hanno consentito la riproduzione dettagliata dei componenti originali.

Delle ulteriori sfide sono state le modifiche tecniche che distinguevano la Kamm-Coupé dalle sue sorelle della serie, come il radiatore, il motore e il cambio arretrati, un asse posteriore modificato e numerosi dettagli che hanno richiesto un complesso lavoro di adattamento.

L’opera è stata completata nel marzo del 2010: nell’ambito di una piccola cerimonia, la BMW 328 Kamm-Coupé è stata consegnata a “BMW Classic”. E il tempo già stringeva, perché la nuova macchina da corsa doveva essere preparata per la sua prima grande missione: la partecipazione alla Mille Miglia 2010, 70 anni dopo il famoso evento del 1940.

News Correlate
Anteprima mondiale della BMW 328 Kamm Coupé » Anteprima mondiale della BMW 328 Kamm Coupé
A Villa d’Este, sul ramo di Como, da non perdere un grande appuntamento,con i migliori modelli di macchine, come il gioiello di casa BMW, presentato proprio in questi giorni, in anteprima mondiale

   [ Altre news correlate » ]

Newsletter
Iscriviti alla Mailing List di Automania®

[ Info Newsletter» ]