Auto Motori  Home    Formula 1     Motor Valley     Eicma 2021     Museo Ferrari     Assicurazioni    |  FOTO  |  VIDEO   | Newsletter | 
  News Auto e Motori
Notizie

Genova nuovamente devastata dal maltempo


15/10/2014

di Giovanni Iozzia

Un morto e centinaia di milioni di danni. Si è ripetuto quello che era accaduto nel 2011. Nessun intervento era stato fatto

Genova nuovamente devastata dal maltempo [ Genova, Liguria, Italia ] - Erano scene che a Genova si pensava non dovessero essere più viste. La furia devastante delle acque, però, è tornata di nuovo sconvolgendo la città ligure.

Eppure qualcosa si sarebbe dovuta fare dopo l’inondazione del novembre 2011 che causò la morte di sei persone a Genova, quattro donne e due bambine, travolte dalla furia delle acque e annegate. E ci furono anche diversi feriti tra i quali alcuni molto gravi. Nella stessa alluvione ci furono altri dodici morti a Spezzino in provincia di La Spezia.

Il Procuratore capo di Genova Vincenzo Scolastico aprì un fascicolo per disastro e omicidio colposo plurimo e disse: «Non bisogna più inchinarsi al dio della speculazione Non è possibile questo ripetersi delle alluvioni. Gli amministratori devono capire che si deve interrompere questo processo di impermeabilizzazione di Genova provocato dalla cementificazione».

Chiacchiere perse. Sono passati appena tre anni è tutto è accaduto nuovamente. Una tragica replica che ha portato ad un morto ed a centinaia di milioni di euro di danni. La lezione del 2011 sembra non essere servita a niente.

Innanzitutto la Protezione Civile non aveva emesso alcun bollettino di emergenza. Ed invece, nel volgere di poche ore, ecco che è arrivata la tempesta. Una pioggia violenta e intensa di abbatte su Genova ed è la tragedia. Il torrente Bisagno non regge la massa d’acqua che riceve dal cielo ed esonda. E da lì tutto il disastro.

Esattamente come tre anni fa quando la contemporanea esondazione del fiume Fereggiano dei torrenti Bisagno e Sturla contribuì alla devastazione di una parte della città, trascinando e fracassando decine di auto, allagando i piani inferiori di tutti i palazzi, riducendo le strade e veri e proprio fiumi in tempesta, causando crolli e frane.

Eppure c’era stato chi, nello scorso mese di agosto, aveva fatto scattare un primo campanello allarme. Le ditte che avrebbero dovuto effettuare i lavori per mettere in sicurezza il torrente Bisagno avevano scritto al premier Matteo Renzi chiedendogli un intervento che potesse sbloccare tutto.
Il quotidiano Il Fatto riporta alcuni passaggi della lettera: «Tutti i ricorsi sono stati respinti. Nulla osta ad un avvio effettivo dell’incarico. Gli ultimi eventi alluvionali hanno evidenziato le criticità idrogeologiche del territorio di Genova e della Regione e – con l’avvicinarsi della stagione autunnale – rimandare e temporeggiare ancora espone la collettività al concreto rischio di riaccendere la tragedia del novembre 2011».

E’ evidente che nulla fu fatto. Eppure in quasi cinquanta anni, dal 1966 al 2014, le alluvioni che hanno coinvolto la Liguria sarebbero state 131 con più di 70 tra morti e dispersi.

Il comune di Genova, invece, ha nel contempo provveduto ad assegnare dei premi per svariate migliaia di euro ai suoi dirigenti, dai 6 ai 17 mila oltre il normale stipendio, come retribuzione di risultato ed una delle motivazioni recita paradossalmente «Per aver svolto un buon lavoro nella sicurezza idrologica della città».

Intanto le piogge si spostano portando devastazione e morte in altre zone del centro-nord d’Italia: due sorelle sono morte travolte con la loro auto dal torrente Elsa in Maremma.

News Correlate
Forte grandinata e auto distrutte al Centro commerciale Casamassima » Forte grandinata e auto distrutte al Centro commerciale Casamassima
Distrutte molte vetture e notevoli danni all’agricoltura: i cittadini increduli
Il maltempo flagella ancora la Sicilia » Il maltempo flagella ancora la Sicilia
Molti comuni in grave difficoltà. Forti problemi sulla viabilità. Scuole chiuse a Catania. I danni alle campagne sono ingenti
Nubifragio colpisce la Sicilia Orientale » Nubifragio colpisce la Sicilia Orientale
Chiuso lo scalo catanese di Fontanarossa. Allagata la Strada Statale 417 che collega il capoluogo etneo a Gela. Numerosi gli interventi del Vigili del fuoco
Genova, ancora emergenza maltempo » Genova, ancora emergenza maltempo
Le forti piogge fanno esondare e tracimare torrenti in tutto il territorio del comune ligure e di quelli vicini. Uomo travolto dalle acque ancora disperso

   [ Altre news correlate » ]

Newsletter
Iscriviti alla Mailing List di Automania®

[ Info Newsletter» ]